15 49.0138 8.38624 1 0 4000 1 https://eatgreenpoint.com 300 0
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt

Come e con cosa pulire un bagno in ghisa?

Come e con cosa pulire un bagno in ghisa?

La storia dell’esistenza dei bagni in ghisa ha più di una dozzina di anni e, sebbene oggi siano globalmente sostituiti da materiali moderni, il problema della cura rimane rilevante. La ghisa è riconosciuta come il materiale più durevole e resistente all’usura che non teme le influenze meccaniche e chimiche. Ma, poiché stiamo parlando di una vasca da bagno, va tenuto presente che è ricoperta di smalto aggiuntivo, che, purtroppo, non può vantare tali caratteristiche di resistenza e spesso soffre di cure o usi impropri. Se hai ereditato solo un tale impianto idraulico, non è necessario affrettarsi a buttarlo via. Non dimenticare che la ghisa, di per sé, mantiene bene il calore e i difetti che appaiono possono essere eliminati in vari modi, di cui parleremo nell’articolo di oggi..

Come sbarazzarsi del calcare

Naturalmente, affinché il film di calce copra il tuo bagno, il modo più semplice è prendersene cura durante il funzionamento, per mantenerlo costantemente asciutto. Ma poiché questo è successo, ti suggeriamo di utilizzare una delle seguenti ricette:

1. È necessario mescolare 100 g di sale e soda (non è necessario assumere cibo, è possibile utilizzare il carbonato di sodio, che dà un effetto molto maggiore). Applichiamo la polvere risultante sull’area del bagno in ghisa che necessita di cure e lasciamola per un paio d’ore, dopodiché è sufficiente strofinarla leggermente con un panno umido e duro;

2. L’acido ossalico aiuta efficacemente a far fronte a una situazione spiacevole, che deve essere diluita in una consistenza semi-liquida e imbrattata con una macchia, lasciandola in questa forma per 1,5–2 ore. Trascorso il tempo specificato, è necessario trattare leggermente l’area del bagno con una spazzola e solo dopo risciacquare abbondantemente con acqua;

3. Il sapone per la polvere può far fronte al calcare: insaponare una spugna e coprire le aree contaminate, lasciare riposare il bagno in questa forma per mezz’ora, quindi risciacquare;

4. Utilizzare un detergente per il bagno disponibile in commercio. Ad esempio, “Mister Muscle” aiuterà a far fronte efficacemente al calcare, che è efficace anche per la disinfezione, rimuovendo ogni contaminazione. La sua composizione è in grado di penetrare in profondità nella struttura del punto inquinato e distruggerlo dall’interno..

Come pulire una vasca da bagno in ghisa - Come eliminare il calcare

Metodi di rimozione della ruggine

È abbastanza difficile rimuovere la ruggine che è apparsa sulla superficie del bagno in ghisa, poiché mangia abbastanza forte nello strato superiore. Tuttavia, con una frazione dello sforzo, puoi liberartene nei seguenti modi:

1. Mescolare in proporzioni uguali il perossido di idrogeno più comune, che viene venduto in qualsiasi farmacia, con l’ammoniaca. Applicare la soluzione risultante con una spugna dura sui punti e tre;

2. Preparare una massa pastosa di sale e aceto, ungere con essa l’area problematica del bagno in ghisa. Per rendere più facile ottenere l’effetto desiderato, puoi lasciarlo per diverse ore – questo non danneggerà in alcun modo il rivestimento, ma ti permetterà anche di eliminare il giallo;

3. Un agente più aggressivo è una miscela di trementina (50 ml) con sale (100 g). Deve essere applicato sulla superficie e strofinato accuratamente contro le aree fortemente arrugginite;

4. Una miscela di senape secca con soda (3: 1) aiuterà non solo a rimuovere la ruggine, ma anche a rimuovere la placca lungo il percorso;

5. La candeggina all’ossigeno aiuta a pulire efficacemente il bagno in ghisa. Il bagno viene riempito d’acqua, viene aggiunta una bustina di candeggina, mescolata e lasciata in questo stato per una notte. La mattina dopo la vasca brillerà di un colore bianco come la neve. Se hai difficoltà ad acquistare la candeggina, sostituiscila con due bicchieri di aceto;

6. Nei negozi è possibile acquistare moderni prodotti per la pulizia utilizzati per qualsiasi bagno, compresa la ghisa. Cif può rimuovere efficacemente anche la vecchia ruggine. Se vuoi un effetto sbiancante in parallelo, puoi usare “Cif Ultra White” o “Comet”, che rimuoverà tutti i microbi.

Come pulire un bagno in ghisa - Metodi per rimuovere la ruggine

Cosa non fare quando si pulisce la vasca da bagno

Quando si pulisce un bagno in ghisa, è importante non causare ulteriori danni danneggiando lo smalto superficiale, quindi abbiamo preparato una serie di raccomandazioni su cosa evitare in tale lavoro, vale a dire:

– Cerca di non utilizzare prodotti contenenti cloro (ad eccezione della lotta contro la muffa);

– Applicare solo per punti gli agenti con acidi aggressivi, in particolare per il concentrato di acido cloridrico;

– Non utilizzare spazzole con setole metalliche, che graffieranno facilmente lo smalto del bagno. Lo stesso vale per coltelli, lame e simili strumenti affilati..

Puoi usare una normale spazzola morbida per pulire efficacemente il tuo bagno in ghisa senza danneggiarlo. Al giorno d’oggi, le spugne di melamina hanno guadagnato popolarità tra le casalinghe, ma la questione della sicurezza del loro uso fino ad oggi rimane controversa, poiché la melamina, penetrando nel corpo umano, può causare danni.

Come pulire una vasca da bagno in ghisa - Cosa non fare quando si pulisce una vasca da bagno

Prevenzione della contaminazione

È possibile prolungare la durata di un bagno in ghisa posticipando a lungo la sua sostituzione con l’aiuto di una semplice manutenzione periodica della superficie. Si consiglia di risciacquare la superficie e pulirla con un panno asciutto ogni sera, al termine delle procedure di balneazione della famiglia, per evitare la formazione di ruggine. Una volta alla settimana, devi pulire il bagno con prodotti più seri che vengono venduti in qualsiasi negozio di ferramenta. Ad esempio, è possibile acquistare per questo scopo il profumato “Frosch”, “Sun Wedge”, che non contiene abrasivi aggressivi, ma ha un efficace effetto detergente sullo smalto..

Cerca di controllare la temperatura dell’acqua – non dovrebbe superare i 65 gradi, poiché altrimenti potrebbero apparire crepe sullo smalto (ovviamente, non laverai sotto una pressione così calda, ma può essere utilizzato per qualsiasi uso domestico).

Controllare la funzionalità di tutti i rubinetti: la minima perdita sistematica di acqua e un rubinetto che gocciola non consentiranno di eliminare i depositi arrugginiti.

Sebbene la ghisa sia riconosciuta come il materiale più durevole nel settore idraulico, il suo smalto non è in grado di resistere a gravi danni meccanici. Pertanto, non è necessario lavare oggetti pesanti di grandi dimensioni, secchi di metallo al suo interno: tutto ciò porterà alla distruzione dello strato superficiale. Se compaiono piccoli trucioli o crepe, è meglio eliminarli immediatamente usando uno stucco appositamente progettato per questo. Puoi anche farlo da solo mescolando calce contenente zinco e composizione adesiva BF-2 in proporzioni uguali.

Un bagno in ghisa può essere pulito regolarmente con la soda più comune: è necessario applicarlo su una spugna e trattare l’intera superficie. Se esegui questa procedura almeno una volta alla settimana, consentirà al tuo bagno di rimanere sempre perfettamente pulito..

Aderendo a tutte le misure preventive elencate, prolungherai con successo la vita del tuo bagno in ghisa per un altro paio di decenni..

Come pulire un bagno in ghisa - Prevenzione della contaminazione Come pulire un bagno in ghisa - Prevenzione della contaminazione

Previous Post
Freesia (50 foto’s)
Next Post
Rose Floribunda (90 photos): types and care
iphonevideorecorder.com
mgcool.cc
deadmansbones.net
fearlesslycreativemammas.com
thefunky-monkey.com
openssi.org